Gli amanti dell’hand made lo avranno sicuramente notato: negli ultimi anni il numero di ecommerce che si occupa di oggetti fai da te da vendere online è in costante aumento. Un mercato che ha avuto il pregio di raccogliere tutta l’attenzione suscitata dai mercatini dell’artigianato e convogliarla online, dando a questo settore una nuova spinta che ha riscosso un notevole successo in termini di pubblico e ricavi.

Creare oggetti da vendere online, magari aprendo appositamente un ecommerce su Shopify o su una delle altre piattaforme per ecommerce, è molto meno impegnativo di quanto si pensi. Serve ovviamente una buona manualità – si sconsiglia di vendere sciarpe all’uncinetto a chi non ne ha mai tenuto uno in mano – ma il ritorno, in termini sia di ricavi che di soddisfazione personale, è assicurato. Se sei curioso di scoprire come vendere creazioni artigianali online, questo articolo fa proprio al caso tuo!

vendere oggetti fatti in casa online
Vendere oggetti fai da te: come cominciare?

Le 6 migliori idee per creare oggetti da vendere 

Chiaramente, se il lavoro a maglia è il vostro forte da anni, siete già conosciuti nel settore e non siete interessati a diversificare, allora potete saltare questa parte. Per chi invece è un amante delle creazioni fatte in casa e non sa da dove cominciare per creare e vendere i propri prodotti, può essere utile valutare alcuni degli articoli più apprezzati online:

  1. Magliette personalizzate: la soluzione ideale sia per chi personalizza oggetti semplici aggiungendo passamaneria a mano, sia per i creativi che sanno ideare frasi d’effetto, grafiche e pattern.
  2. Tutto ciò che è bigiotteria: meno costosa e impegnativa della gioielleria, ma comunque d’impatto, la bigiotteria home made la fa da padrona tra le soluzioni per vendere online oggetti fatti a mano grazie al grande riscontro di pubblico.
  3. Pottery: dalle tazze ai vasi, il ritorno della ceramica: riportata in auge in tempi recenti, la ceramica fatta a mano è estremamente richiesta soprattutto dai millennials e dalla generazione Z. Questa categoria di prodotti offre il vantaggio di poter essere personalizzata con scritte o grafiche e, come anche per magliette e bijoux, di poter realizzare prodotti personalizzati per i fandom. Da Star Wars a Harry Potter, l’unico limite è la fantasia.
  4. Stampe  e serigrafie: come per la ceramica, è un settore che si avvantaggia della grande richiesta di prodotti personalizzati e hand made per arredare la casa. Inoltre, anche in questo caso è possibile creare oggettistica personalizzata in base ai vari fandom, aprendosi a un mercato di sicuro successo.
  5. Creazioni digitali: dal momento che oggi praticamente tutti hanno una stampante a casa, vendere online le proprie creazioni non significa necessariamente realizzare e spedire prodotti materiali. Al contrario, negli ultimi anni si è registrata una grande richiesta di servizi digitali come modelli per inviti di compleanno o partecipazioni di nozze, ma anche cartamodelli da cucito e schemi per il lavoro a maglia. Ma anche applicativi e soluzioni software, in poche parole, tutto ciò che è possibile vendere in formato digitale.
  6. Candele profumate e bombe da bagno: facili da realizzare e perfette come idea regalo, specie se personalizzate e fatte a mano, le candele e le bombe da bagno sono prodotti che hanno incontrato un enorme successo online. Inoltre, dal momento che si tratta di prodotti destinati a consumarsi, è anche una nicchia in cui è facile fidelizzare i clienti.
oggetti fai da te da vendere
Pottery: un trend in crescita tra chi vende oggetti online

Vendere online oggetti fatti a mano: da dove cominciare

Ora che vi siete fatti un’idea sui prodotti più richiesti nel mercato dell’home made e dell’handcraft, è arrivato il momento di capire come trasformare il vostro hobby in un’attività commerciale. In poche parole: come vendere oggetti fai da te, e ovviamente ottenerne dei ricavi. Il primo suggerimento, una volta scelta una o più tipologie di prodotti, è quello di prendervi del tempo per studiare la concorrenza. Valutate se nel vostro settore di riferimento ci sia una nicchia particolarmente profittevole, in cui a fronte di un’alta domanda non ci sono abbastanza operatori, e quali sono le reali possibilità di guadagno.

Fatto questo, considerate la piattaforma su cui volete aprire il vostro ecommerce. Alcune infatti, ad esempio Etsy, hanno una forte caratterizzazione, il che fa sì che siano visitate solo da utenti interessati a una certa tipologia di prodotti o a un certo stile. Altre invece, è il caso ad esempio di Shopify, hanno una connotazione più generale e sono quindi visitate anche da utenti che scoprono per la prima volta il vostro genere di prodotti. Anche in questo caso, dare un’occhiata alla concorrenza non guasta.

come vendere oggetti online
Quale è la migliore strategia per vendere online?

Le migliori strategie per vendere oggetti fai da te su internet

Quando si parla di come vendere online oggetti fai da te, c’è un dato che non si può assolutamente trascurare: la strategia di marketing. Chi compra un oggetto fai da te, infatti, lo fa mosso non solo dalle qualità intrinseche del prodotto, ma anche e soprattutto dalla sua unicità. Pianificare una strategia di marketing trascurando questo dato, dunque, è un errore marchiano.

Via libera allora alla fantasia: imparate a raccontare la storia dei vostri prodotti, come sono fatti, cosa li rende unici. Fate ricerche sulle loro origini se si tratta di articoli che possono avere una storia molto interessante da raccontare. Potete condividere questa storia sui social, sul vostro sito, e/o anche con biglietti che accompagnano la spedizione. L’importante è valorizzare questo elemento dando il giusto peso all’unicità del prodotto.

E ora, non vi resta che dare libero sfogo alla vostra creatività!

Nuovo con Shopify e nel mondo Ecommerce?

Iscriviti al nostro corso su come creare e lanciare un Ecommerce con Shopify in 7 giorni. Approvato e certificato da Shopify.