Vendere online prodotti alimentari è un ramo dell’ecommerce che da sempre ha interessato il mercato nazionale e non solo. Con una spinta notevole data da Expo 2015, l’ecommerce alimentare ha raggiunto una platea di dimensioni decisamente rilevanti durante il lockdown e la sua crescita sembra ben lontana dal trovare un punto di arresto. Un settore che va forte anche su un altro fronte: vendere all’estero prodotti italiani, beneficiando del Made in Italy che da sempre è percepito come garanzia non solo di qualità, ma anche di esclusività.

In poche parole, lanciarsi nel campo del food è una scelta di (quasi) sicuro successo. Richiede però una certa preparazione, specie per quanto riguarda la normativa in materia alimentare, che per ragioni di sicurezza è più stringente rispetto a quella prevista per altri prodotti, specie se vuoi vendere prodotti alimentari fatti in casa. Se però sei curioso di scoprire come vendere prodotti alimentari fatti in casa, o più in generale come vendere cibo online, allora questa guida fa proprio al caso tuo.

Vendere prodotti alimentari online: da dove cominciare

Come abbiamo detto, la vendita di prodotti alimentari è soggetta a una normativa più capillare rispetto a quella prevista per altri prodotti, per garantire la sicurezza dei clienti. Se sei nuovo nel settore, il consiglio è quello di rivolgerti a un esperto che ti supporti non solo per quanto riguarda gli adempimenti burocratici, ma anche nell’organizzazione di un ambiente consono alla conservazione del cibo e nelle spedizioni. Vale per ogni tipo di prodotto, ma ovviamente se intendi vendere cibo fatto in casa online le attenzioni dovranno essere maggiori rispetto alla semplice distribuzione di prodotti tipici preconfezionati.

Valuta poi con attenzione dove vendere i prodotti. Un buon modo per cominciare, ad esempio, è aprire un ecommerce su Shopify o su altri marketplace. Le piattaforme marketplace come Shopify, infatti, permettono anche a chi è alle prime armi di creare il proprio ecommerce dal nulla in modo molto facile, ed essere operativi dopo un solo giorno di lavoro. Una soluzione ideale se hai già investito gran parte del budget negli adempimenti burocratici, perché ti permette di gestire tutto in autonomia senza dover chiamare un programmatore come invece sarebbe necessario per aprire un sito web.

Vendere prodotti alimentari online
Vendere cibo online: come fare?

Tra ricerca e marketing: come vendere prodotti alimentari online e avere successo

Ora che sai come orientarti nella normativa di settore e come mettere online i tuoi prodotti, è arrivato il momento di pensare a come rendere l’attività appetibile – è proprio il caso di dirlo – per i clienti. Per prima cosa, prendi il tempo per verificare l’effettivo appeal del prodotto. Quanta domanda c’è? Quanta possibilità c’è di far recapitare il prodotto in tempi brevi a un costo ragionevole che non scoraggi il cliente?

Inoltre, se scegli dei marketplace come Shopify, la cui platea è estremamente variegata e proviene sostanzialmente da ogni parte del mondo, dovrai valutare gli aspetti connessi al vendere prodotti alimentari online all’estero. Le normative dei diversi stati in cui intendi effettuare la spedizione (per alcune nazioni, ad esempio, la data di scadenza non è necessaria o è sostituita da quella di produzione). Ma anche come dare il giusto risalto alla tradizionalità, all’artigianalità e, in ultima analisi, all’italianità del prodotto, che costituirà sicuramente gran parte del suo appeal.

vendere cibo online
Quali prodotti alimentari vendere online?

Vendere prodotti tipici online e trasmettere i valori del territorio: come raccontare i prodotti

Quando si parla di come vendere prodotti alimentari online, un capitolo a parte va dedicato a tutto il comparto di informazioni che, per ragioni legali o di marketing, devono accompagnare il prodotto. Come abbiamo già detto, a seconda del paese in cui volete commercializzare i prodotti alimentari, cambiano le normative in punto di informazione sulla filiera produttiva, sulla conservazione eccetera. Ma c’è di più. Le informazioni sui prodotti, infatti, per chi vuole vendere alimenti online, sono un vero e proprio strumento di marketing.

Come vendere prodotti tipici online allora? Valorizzandone l’origine, raccontandone la storia, mostrando il territorio attraverso foto e video, suggerendo ricette della tradizione. In poche parole, trasformando l’acquisto del prodotto in un’esperienza a tutto tondo, che faccia della scelta del cliente una scelta non solo dettata dal palato, ma anche dalla voglia di ampliare la propria cultura gastronomica. Viceversa, quando si tratta di prodotti più “semplici”, valorizzare aspetti come la comodità di ricevere il prodotto a casa, e le sue molteplici possibilità d’uso, è sempre un’idea vincente.

vendere dolci online
Vendere dolci online

Come vendere cibo online: qualche consiglio finale

Come avrai capito, vendere online prodotti alimentari richiede una preparazione particolare. Allo stesso tempo, però, offre il notevole vantaggio di lavorare con un prodotto dal sicuro appeal, sia in Italia che all’estero, e in un mercato che sta vivendo un momento di forte crescita. Non avere timore, quindi, di affrontare gli aspetti burocratici, e concentrati piuttosto sulla valorizzazione del prodotto e del servizio. Che si tratti di sacchetti di caramelle all’anice o di gamberoni appena pescati, rendere gli acquisti dei vostri clienti una vera e propria esperienza è sempre una strategia vincente.

Nuovo con Shopify e nel mondo Ecommerce?

Iscriviti al nostro corso su come creare e lanciare un Ecommerce con Shopify in 7 giorni. Approvato e certificato da Shopify.