Il mondo del digital marketing è cambiato notevolmente negli ultimi anni. Molti esperti hanno modificato le loro strategie, ponendo più attenzione a social media e annunci pubblicitari. Questo però non significa che i canali di comunicazione tradizionali siano stati abbandonati, anzi: le strategie basate sull’email marketing si sono a loro volta evolute, mantenendosi così in cima alla lista delle tecniche di digital marketing più efficaci. Oggi parliamo di come inserire pop-up form sul tuo sito ecommerce per catturare contatti e attrarre nuovi clienti.

Prima di cominciare, ecco alcune statistiche interessati sull’email marketing:

  • Più del 40% delle email inviate in seguito all’abbandono del carrello vengono aperte;
  • L’email marketing dà i risultati migliori quando informazioni e offerte risultano pertinenti agli interessi del cliente e rappresentano ciò che chi legge si aspetta dal brand;
  • Segmentare la mailing list del proprio ecommerce aumenta in modo rilevante le probabilità che le email vengano aperte. 

L’email marketing ha ancora un forte impatto sui profitti degli ecommerce. Un digital marketer che si rispetti, di conseguenza, si guarda bene dal trascurare questo strumento. 

Inserire pop-up su un sito di ecommerce aiuta a catturare sottoscrizioni senza dover investire parte del budget in un advertising mirato. Esistono diversi tipi di pop-up form e il loro utilizzo varia a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Come ben saprai, i pop-up spesso risultano fastidiosi per l’utente di un ecommerce. Per questo il primo passo per lo sviluppo di una strategia basata sui pop-up è capire come utilizzarli in modo che si rivelino utili all’utente.

Analizzeremo quindi alcuni tipi di pop-up non invasivi, ma in grado di catturare l’attenzione dei visitatori del tuo ecommerce. Parleremo del motivo per cui inserire pop-up è così efficace, e ci concentreremo in particolar modo su quei pop-up che propongono degli incentivi, ossia i più efficaci di catturare sottoscrizioni.

Inserire pop-up sul tuo sito per promuovere la newsletter

Probabilmente stai già utilizzando sul tuo sito un form fisso che invita gli utenti a iscriversi alla newsletter o ne hai visti sui siti che visiti. Quello per l’iscrizione alla newsletter è il tipo di form più diffuso, utilizzato sia dagli esperti di digital marketing che dai blogger. In genere questo tipo di form si trova in homepage, o sotto i post dei blog, o in altre aree del sito che attirano un grande numero di visitatori.

inserire-popup.png

Il form di Shopify

Sebbene siano molto diffusi, questi form presentano un aspetto problematico: rispetto ad altri strumenti, sono tra i meno efficaci nel catturare gli indirizzi mail dei visitatori. Secondo le stime infatti, questi strumenti raccolgono gli indirizzi di circa il 5% dei soggetti che visitano il sito.

Viceversa, il tasso di efficienza dei pop-up è sorprendente: inserendo un pop up su un ecommerce che in precedenza utilizzava un form tradizionale, si può registrare un aumento fino al 500% delle sottoscrizioni, e un tasso di iscrizione del 17% del totale dei visitatori.

Perché inserire pop-up sul sito è una strategia di email marketing così efficace?

Una delle ragioni principali del successo dei pop-up form sul sito è che propongono la tua offerta ad ogni singolo visitatore del sito. Certo, gli utenti hanno la possibilità di chiudere la finestra pop up, ma non prima di aver visto cos’hai da offrire. 

Questo significa che se la tua proposta è interessante e sei in grado di catturare l’attenzione dei visitatori con un incentivo all’iscrizione potresti riuscire a raddoppiare, quando non addirittura a triplicare, il tasso di sottoscrizione degli utenti.

Inserire pop-up sul tuo ecommerce, quindi, si rivela la strategia più efficace per l’ottimizzazione delle conversioni per gli ecommerce.

Inserire-pop-up-con-sconto.png

Un pop-up che offre il 10% di sconto in cambio della sottoscrizione

Quello mostrato nell’immagine qui sopra è un esempio di pop-up che offre ai nuovi clienti un 10% di sconto sul loro primo ordine in cambio del loro indirizzo email.

Una tecnica semplice, ma di grande impatto.

Le offerte possono essere presentate in vari modi. Alcuni ecommerce offrono sconti, come nell’esempio appena indicato, mentre altri preferiscono regalare ebook o tagliare le spese di spedizione. Viste le potenzialità di questo strumento, andiamo a vedere come inserire pop-up sul proprio sito in modo da raccogliere più contatti possibile.

Come cavolo si fa a scalare 🚀un ecommerce?

Impara quali sono gli step da fare pere far crescere il tuo store

 

1. Inserire pop-up quando qualcuno vuole chiudere la pagina

Il primo tipo di pop-up che andiamo ad analizzare viene comunemente chiamato exit-intent, ossia un form che si apre quando il visitatore sta uscendo dal tuo sito web. 

Facciamo un esempio: un utente visita il tuo sito e passa circa 30 secondi sulla pagina di un prodotto. Sfortunatamente non è abbastanza interessato a procedere con l’acquisto e non è incentivato a continuare la navigazione. Ed ecco che, naturalmente, il suo cursore si dirige verso il tasto X per chiudere la pagina. 

È in questo momento che si attiva il pop up exit-intent, come nell’esempio che segue:

In questo caso, l’utente cerca di abbandonare il sito, ma gli viene presentata un’offerta esclusiva. Lo sconto cattura l’attenzione del visitatore, stimolandolo a lasciare il proprio indirizzo mail.

Con una buona offerta puoi convincere i nuovi visitatori che stavano abbandonando il tuo ecommerce a tornare. Catturando il loro indirizzo email, potrai cominciare ad attirarli con la tua campagna di email marketing.

Un altro modo di inserire pop-up exit-intent è chiedendo agli utenti di lasciare un feedback. Ecco un esempio:

inserire-pop-up-uscita-sito.jpg

Inserire un pop-up che si attiva all’uscita dal sito

Questo metodo non punta a raccogliere iscrizioni, ma chiede agli utenti cosa si aspettassero dalla loro visita, di cosa fossero in cerca, e un giudizio sulla loro esperienza. Accumulando abbastanza informazioni, sarà possibile formare un quadro di cosa funziona e cosa invece non va.

Molte persone lasciano il tuo sito perché non hanno trovato quel che stavano cercando. Sapendo quello che cercano, potrai modificare la tua offerta dando una spinta alle vendite.

inserire-pop-up-feedback.png

Inserire pop-up con richiesta di feedback

Se hai intenzione di inserire pop-up di tipo exit-intent sul tuo sito, ci sono tre fattori importanti che devi considerare:

Inserire pop-up dal design accattivante

Il design gioca un ruolo fondamentale nel processo decisionale, ed è in grado di veicolare le scelte dei consumatori in modo molto efficace. Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo chiuso un sito web perché l’aspetto grafico lo rendeva poco attraente.

Non appena entrano sul tuo sito, gli utenti guardano allo stile e al design generale per capire di che tipo di piattaforma si tratta. Il web design, di fatto, è una forma di branding, e il branding dovrebbe essere in grado di mostrare la filosofia di un’impresa, e costruire un rapporto di fiducia con i clienti.

inserire-pop-up-design.jpg

Un esempio di pop-up dal design accattivante

È importante quindi inserire pop-up exit-intent che siano coerenti con il design del tuo ecommerce.

Inoltre è fondamentale utilizzare un font in grassetto, pulsanti con forte contrasto cromatico ed elementi visuali come le fotografie. Alla prima occhiata l’utente dovrebbe riuscire a capire cosa offri e di che tipo di ecommerce si tratta.

Ottimizzare il copy del tuo pop-up

Nei pop-up, lo spazio per i contenuti è davvero molto… contenuto. Le parole che puoi inserire sono poche, ed per questo ciascuna di esse ha un’importanza fondamentale.

Inserire-popup-copy.jpg

Il copy è importante: ricorda sempre di inserire pop-up con testo curato!

Per far fruttare al massimo il tuo copy, focalizzati sulla creazione di un messaggio semplice e autoesplicativo, che non lasci spazio a confusione e ambiguità. Ricorda che non stai scrivendo per i motori di ricerca, ma per le persone.

Fai in modo che il pop-up sia facile da chiudere

Mai, in nessun caso, devi creare una situazione in cui l’utente si trovi deliberatamente bloccato sul tuo sito perché gli viene impedito di chiudere il pop-up.

inserire-pop-up-dark-pattern.png

Un pop-up dove non è immediatamente chiaro come uscire

Questa è una tecnica di dark pattern, altamente sconsigliata perché, se l’utente trova irragionevoli le tue strategie, l’impressione che si farà di te sarà negativa. Ecco perché dovresti permettere agli utenti di chiudere il pop-up nel modo più semplice possibile.

2. Inserire pop-up che siano divertenti

Parliamo di una strategia di digital marketing per aumentare le sottoscrizioni relativamente recente, che gli esperti chiamano gamification. Questa tecnica è estremamente potente, non solo per via del “fattore divertimento”, ma anche perché le persone adorano avere l’opportunità di vincere qualcosa.

Un esempio: inserire pop-up con la ruota della fortuna.

inserire-pop-up-ruota.png

Il pop-up interattivo di Booking

A questo punto probabilmente ti starai chiedendo come inserire pop-up divertenti nel tuo sito. È un’operazione estremamente semplice. Tutto ciò che devi fare è trovare un tool e un po’ di ispirazione per iniziare. 

La ruota è basata sul semplice concetto “ricompensa in cambio di iscrizione”. Ad alcuni piace includere anche l’opzione “non hai vinto niente”, ma se vuoi essere sicuro di massimizzare la crescita della tua mailing list, consigliamo di inserire sempre e comunque un premio.

Tra i potenziali premi troviamo:

  • Spedizione gratuita per il primo ordine;
  • Una percentuale di sconto;
  • Un tester gratuito di uno dei tuoi prodotti più popolari;
  • La sottoscrizione gratuita a uno dei tuoi servizi;

È possibile settare impostazioni specifiche per ogni premio. In questo modo eviterai che tutti vincano il premio migliore (che per te è più oneroso), e renderai il gioco più divertente.

La strategia della gamification non vale solo per gli ecommerce più classici, cioè quelli che vendono prodotti, ma può essere utilizzata, ad esempio, per la fornitura di servizi come video lezioni e tutoring.

Tra i premi puoi includere infatti il tuo ebook o una lezione sulle tecniche di marketing, dando così alle persone la possibilità di vincere qualcosa a cui normalmente non avrebbero avuto accesso. Questo è un grande incentivo a partecipare al gioco, e partecipare significa maggiori sottoscrizioni alla tua mailing list. Un ultimo consiglio: questa strategia può essere messa in pratica in diversi modi, quindi se inizialmente sembra non funzionare, non scoraggiarti!

3. Inserire pop-up multi-step

Un pop-up multi-step è molto simile a un processo di onboarding: essenzialmente, anziché inserire un pop-up singolo, ne presenti due o più, in sequenza, con il secondo che si apre quando l’utente ha “completato” il primo, come nell’esempio che segue:

inserire-pop-up-multistep.png

Inserire un pop-up multi-step per incrementare le sottoscrizioni

La prima finestra sulla sinistra si presenta all’utente con un’offerta, e l’utente può cliccare su SÌ o NO. In base alla scelta si aprirà il secondo pop-up.

Questo può essere configurato in vari modi, ma nella maggior parte dei casi sarà un form per raccogliere le sottoscrizioni. Chiaramente, in cambio dell’indirizzo mail offrirai loro la tua promozione, come in questo esempio:

inserire-pop-up-a-tutto schermo.jpg

Inserire pop-up a tutto schermo permette di essere più creativi nel design

Si tratta, in questo caso, di un pop-up che occupa l’intera pagina, sul modello di quelli exit-intent. Un pop up con un layout a pagina piena ti offre inoltre una maggiore possibilità di sbizzarrirti con il design, includendo più di una foto e un copy accattivante con maggiori dettagli sull’offerta.

Non ci sono pagine di transizione, tutto succede nell’ambito dello stesso layout, permettendo di dare agli utenti ciò che vogliono immediatamente. Anche se su qualche sito potrebbero non funzionare a causa dell’immagine o dell’idea che i clienti hanno del tuo marchio, per chi lavora con prodotti diversi potrebbe essere una tattica in grado di aumentare drasticamente il tasso dei sottoscrittori.

4. Inserire pop-up in cui offri un ebook gratuito

I contenuti omaggio hanno un appeal decisamente alto, e non solo perché sono gratis. Molti ecommerce basano la loro campagna di marketing sull’offerta di prodotti e servizi gratuiti a fronte dell’iscrizione alla newsletter. 

In poche parole, è un metodo comprovato per aumentare le sottoscrizioni.

Ecco come funziona: anziché chiedere direttamente un indirizzo email, puoi incentivare la sottoscrizione con l’offerta di uno o più ebook.

Inserire-pop-up-ebook.png

Offrire un ebook tramite pop-up permette di raccogliere più email

La pagina delle risorse, nell’esempio qui sopra, include numerosi articoli ed ebook su argomenti legati all’attività dell’ecommerce. Ma guardiamo al pannello sul lato destro: anziché limitarsi a chiedere l’indirizzo mail, questo sito raccoglie anche altri dati degli utenti.

Collezionando il maggior numero di informazioni possibili sui tuoi lettori, infatti, sarà molto più semplice organizzare le strategie di email marketing con le quali aumentare le vendite.

A proposito della creazione di ebook, ecco alcune cose da tenere in mente:

Condividi i tuoi segreti

Tutti possono scrivere un ebook, a volte in meno di una giornata. Ma non tutti, anzi pochissimi, vorranno condividere con i lettori i segreti del settore che hanno imparato a loro spese. 

Ed ecco perché, se vuoi davvero attirare l’attenzione, devi essere pronto a condividere informazioni per le quali la gente è disposta a investire dei soldi.

L’immagine è tutto

Se do a qualcuno il mio indirizzo mail con la promessa di avere qualcosa in cambio, mi aspetto che quel qualcosa sia di qualità. Questo concetto non vale solo per i prodotti, ma anche per gli ebook. Devi, quindi, essere pronto a investire nel design e nella presentazione.

Rendila un’offerta irresistibile, qualcosa che le persone vorranno condividere con gli amici o, ancora meglio, linkare sul loro sito o sulle loro pagine social.

Promuovi il tuo ebook

Scrivi articoli sul blog con riferimenti e link ai contenuti del tuo libro, e assicurati di inserire pop-up che vengano attivati al momento giusto.

Più le persone saranno coinvolte nel progetto, più si interesseranno all’ebook, più sottoscrizioni collezionerai nel lungo periodo. Tutto sta nel creare valore intorno al prodotto.

5. Inserire pop-up con sconti e incentivi

Come mai offerte e incentivi funzionano così bene con i pop-up? Per prima cosa perché si tratta di sconti, e gli sconti funzionano sempre. Se le persone possono pagare meno per un prodotto, puoi star sicuro che lo faranno.

Ecco un esempio di pop-up con promozioni e incentivi:

inserire-pop-up-sconto.png

Inserire un pop-up con sconti e incentivi è un metoto eccezionale per raccogliere contatti.

Questa è una classica promozione con uno sconto, utilizzata da centinaia di migliaia di ecommerce in tutto il mondo. 

La prima domanda da farsi è: quanto dovresti essere generoso? Ossia: che percentuale di sconto dovresti offrire per ottenere profitti?

In genere, un semplice 10-20% va più che bene. Ci sono però altri tipi di promozioni che potresti offrire:

Spedizione gratuita su tutti gli ordini

Se i prodotti che vendi hanno un margine di profitto significativo, puoi andare oltre lo sconto, e offrire la spedizione gratuita su ogni ordine.

La spedizione gratuita è un ottimo investimento, perché garantisce un aumento significativo delle sottoscrizioni.

Spedizione gratuita sul primo ordine

È un’offerta simile, ma ridotta quantitativamente. Si rivolge solo agli utenti che effettuano un ordine sul tuo ecommerce per la prima volta.

Spedizione gratuita per ordini che superano un dato importo

Ad esempio, se un cliente spende più di una certa cifra sul tuo ecommerce, le spese di spedizione verranno azzerate in cambio del suo indirizzo email.

Una gift card su ogni ordine

Prendi due piccioni con una fava: omaggia i tuoi clienti di una gift card con un certo credito ogni qualvolta finalizzano un ordine. Questo funzionerà anche come incentivo per chi è già cliente a condividere la gift card con gli amici.

Sta tutto nella cifra che sei disposto a investire, o a cui sei disposto a rinunciare, per le promozioni. Ci sono poi alcuni ecommerce che hanno tratto grande vantaggio dall’adottare contemporaneamente più di una tecnica promozionale. Anche tu puoi provarci: imposta una varietà di pop-up, e vedi quale combinazione funziona o da i maggiori risultati per la tua campagna.

Note finali su inserire pop-up nel tuo ecommerce

Siamo arrivati al momento dei consigli finali. Abbiamo visto cinque modi per inserire pop-up che possono dare una spinta al tasso di sottoscrizioni sul tuo ecommerce. Puoi utilizzarli singolarmente, o anche in combinazione tra loro: non fossilizzarti su un solo tipo, ma sentiti libero di variare e verificare cosa funziona meglio sul tuo sito.

Cos’altro abbiamo imparato:

  • Inserire pop-up exit-intent ti aiuta a collezionare sottoscrizioni da utenti che sono sul punto di abbandonare il tuo sito, utilizzando offerte come modo per invogliare gli utenti a lasciare il loro indirizzo mail;
  • Inserire pop-up divertenti è un trend emergente può portare risultati notevoli. Questi form aiutano a promuovere diverse offerte che gli utenti hanno la possibilità di vincere. Migliori sono le offerte, più le persone che vorranno partecipare;
  • Utilizzare i pop-up multi-step sul tuo sito coinvolge gli utenti in un’offerta;
  • Ebook, articoli e file sono un’ottimo modo di condividere informazioni e conoscenze in cambio di una sottoscrizione;
  • Sconti e incentivi possono presentarsi in forme diverse. Trova il tuo provandone più di uno, o più combinazioni insieme.

Adesso non ti resta che cominciare a sperimentare e perfezionare al meglio la tua strategia di email marketing.

 

Prova Shopify 14 giorni for free!

Vuoi creare il tuo ecommerce da zero? Shopify ti offre 14 giorni di prova gratuita! Provalo subito! É gratis!

[/vc_row

 

Leave a Reply