No votes yet.
Please wait...

Aprire un e-Commerce, significa ottenere nuove opportunità, poter espandere in maniera efficace il numero di clienti, il fatturato e, quindi, il proprio guadagno.

Nonostante l’apparente facilità, non è un’azione da compiere con leggerezza: verranno messi sul tavolo non solo tempo ed energie, ma anche denaro. Se non si compiono i giusti passi, il rischio di fallire è alto.

Come in ogni altra attività commerciale, occorre professionalità, lungimiranza e “mestiere”. Bisogna avere strategie chiare, e a lungo termine, di vendita e di marketing. Scegliere una piattaforma che risponda a tutte le esigenze. Avere i giusti consulenti. Garantire all’utente un percorso d’acquisto accattivante, semplice, intuitivo e sicuro.

Non esiste un’unica soluzione, nessuna formula magica è disponibile. Tuttavia, ci sono delle buone pratiche da seguire che, nella maggior parte dei casi, portano a raggiungere ottimi risultati.

Risulta, dunque, doveroso elencare i 5 errori in cui è meglio non incappare quando si decide di aprire un e-Commerce:

1. Aprire un e-Commerce senza aver stilato un Business Plan

È convinzione diffusa che aprire un e-Commerce richieda meno impegno, professionalità e cura di un negozio fisico. Non è così, ovviamente.

È necessario affrontare la fase di start-up con analisi approfondite su mercato e trend attuali, client target, principali competitors, obiettivi e strategie di vendita e soprattutto stabilire un budget. Il business plan aiuterà a scoprire eventuali problemi e a trovare le opportune soluzioni, ed infine, a stabilire il giusto prezzo di vendita per ogni prodotto.

Il lavoro preliminare può aiutare ad avere più chiara la strada e limitare il rischio d’impresa. Non lasciare nulla al caso, affidandoti a una consulenza esterna se necessario.

2. Aprire un e-Commerce sulla piattaforma sbagliata

Un progetto ambizioso e di successo richiede una struttura solida ed efficace, la piattaforma che sceglierai sarà la sede elettronica dell’impresa. Per cui, assicurati che sia collaudata, regolarmente sviluppata e adattabile alle tue esigenze commerciali.

Una buona piattaforma online deve essere efficace nella gestione del servizio permettendo di tenere sempre sotto controllo il catalogo, le richieste dei clienti, il lavoro di gestione del magazzino e dei resi, dovrà agevolare tutti gli adempimenti formali e burocratici. Deve avere la capacità di generare fiducia nel consumatore. Tale capacità può essere raggiunta risolvendo i principali punti critici di un e-Commerce ossia:

  • un sistema di pagamento fidato e sicuro;

  • un’organizzazione efficace della consegna dei prodotti acquistati;

  • un sistema postvendita di assistenza e gestione degli aspetti di garanzia, recesso e sostituzione del bene in favore del consumatore.

È possibile scegliere tra moltissime piattaforme come Prestashop, Woocommerce, Magento, solo per citarne alcune.

Consigliata è sicuramente Shopify, una delle piattaforme più popolari per la creazione di e-Commerce, grazie alle sue numerose funzioni e a una scelta pressoché illimitata di app che offrono servizi aggiuntivi.

3. Aprire un e-Commerce senza una strategia di Marketing

La vita di un e-Commerce deve essere accompagnata da un piano marketing a lungo e breve termine. Non è sufficiente mettere online un sito web affinché questo sia raggiunto dagli utenti.

Per prima cosa, quindi, occorre sapere utilizzare un sistema di analisi dei dati. Quanto alle soluzioni per portare traffico al proprio e-Commerce, ce ne sono parecchie e tutte efficaci come Google Adwords, Bing Ads e Facebook Ads.

I Social Network sono uno dei più importanti canali di acquisizione di traffico che un e-Commerce possa garantirsi. Le pagine aziendali su Facebook, Instagram ed affini sono il primo sistema di verifica per un cliente: prima di procedere all’acquisto, potrebbe dare un’occhiata alle pagine social in cerca di recensioni. Non commettere l’errore di creare un account social e abbandonarlo a se stesso.

Uno degli errori più gravi che si possano commettere è, infine, non avere una buona strategia SEO che permetta di acquisire visibilità sui motori di ricerca. Aprire un e-Commerce e non avere contenuti ben posizionati su Google significa perdere soldi.

4. Affidarsi ai consulenti sbagliati per aprire un negozio e-Commerce

È importante rivolgersi a consulenti che diano una mano a chi è alle prime armi ed è bene affidarsi a persone che abbiano conoscenza dell’argomento ed esperienza nel settore della vendita online, per la scelta della piattaforma, la redazione di un business plan e della strategia di marketing. Farsi guidare da consulenti impreparati o non all’altezza del lavoro potrebbe portare a danni irreparabili, nel breve ma soprattutto nel lungo periodo.

Lo sviluppo di un e-Commerce prevede, fra l’altro, la redazione, con cura, delle parti legali e informative. Da non sottovalutare le informazioni precontrattuali, la forma dei contratti, policy e disclaimer da presentare al potenziale cliente.

Vanno analizzati, inoltre, tutti i possibili problemi e le soluzioni sulle condizioni generali di vendita, informazioni sul prodotto, costo complessivo del bene, modalità di restituzione in caso di contestazione, termini di garanzia, diritti del consumatore. Potrebbe rivelarsi un grave errore non affidarsi ad esperti in materia.

5. Non curare Usabilità, strategie di conversione e Design per un e-Commerce.

Un e-Commerce professionale e dal design curato trasmette sicurezza all’utente. Fattore da non sottovalutare, specie se il brand aziendale è poco o per nulla conosciuto. È inoltre necessario:

  • Utilizzare immagini ad alta qualità e di buone dimensioni per la presentazione di tutti i prodotti, si tratta del primo biglietto da visita di un e-Commerce;

  • Curare e ottimizzare i tag, potrebbe essere la chiave SEO che regala più soddisfazioni agli utenti, e alla tua attività;

  • Inserire una descrizione esaustiva e persuasiva per ogni singolo prodotto facendo in modo che ogni scheda favorisca la migliore esperienza di acquisto;

  • Accompagnare ogni prodotto con garanzie di reso e di transazioni sicure attraverso icone ben visibili;

  • Fornire un buon servizio clienti, sia tramite contatto telefonico che via chat;

  • Fare in modo che gli URL di ogni pagina del sito contengano sempre un percorso credibile ed efficace che portino al prodotto stesso;

Una “vetrina” bella, usabile e capace trasmette sicurezza e ti farà vendere molto di più per cui non trascurare questo aspetto.

Leave a Reply