Non tutte le persone comprendono l’importanza delle metriche per il business, e come queste si leghino le une alle altre per offrire informazioni utili a veicolare gli investimenti. Oggi abbiamo deciso quindi di offrirti una rapida guida per imparare a leggere e sfruttare le metriche per un eCommerce. Questa é la prima parte (la piú semplice)

Le metriche per l’eCommerce: il CAC

Cominciamo dall’analisi dei percorsi che fa il consumatore quando fa acquisti online: un termine che si sente di frequente è il CAC, ossia il customer acquisition cost. In parole povere: l’investimento in marketing che viene destinato per “catturare” il singolo utente.

Screenshot 2020-01-11 at 14.33.20.png

Nella tabella, facciamo finta che tu abbia speso 10.000 dollari per acquisire 50 clienti, ossia un CAC di 200$ a cliente.
Alcune persone, erroneamente, non tengono conto di questo valore.
Ma il CAC non è solo rappresentativo della crescita della clientela, bensì di diversi altri aspetti, e in particolar modo di quanto il lavoro di un team sia efficace.

$10,000 / 50 = $200

Quindi il tuo costo per acquisire un cliente é di 200$ or Euro dipende su che mercato vendi. Questo si chiama Customer Acquisition Cost ossia CAC.

Andiamo più a fondo: rendendo ogni step più fluido e facile, l’intera strategia di marketing sarà più agevole da realizzare. In questo modo a un investimento maggiore corrisponderà un ritorno più alto rispetto all’investimento effettuato.
Se per esempio decidessimo di cercar di migliorare il checkout aggiungendo il pulsante di checkout veloce di Paypall e al posto che 50 clienti ne acquisiamo 60, cosa vuol dire?

Screenshot 2020-01-11 at 14.36.32.png

Beh in questo caso abbiamo avuto un miglioramento stratosferico, ossia del 20%!
Ma quindi cosa vuol dire per il CAC?
In pratica, noi abbiamo speso sempre gli stessi $ nella pubblicitá di Facebook ma abbiamo acquisito 10 clienti in piú, quindi:

$10,000 / 60 = $166.66
In questo caso abbiamo fatto scendere il CAC del 16.67%!

In poche parole, rendendo il checkout più fluido, il CAC si abbassa, e l’investimento diventa più proficuo. È una strategia che può essere applicata a tutti gli step, dal checkout alle ad sui social. Che succederebbe se, ad esempio, ogni step registrasse un incremento del 4%?

Il CAC si ridurrebbe, ossia voi avreste un risparmio, del 18,04%. Notevole, no?

Le metriche per l’eCommerce: il tasso di conversione (CvR)

Il tasso di conversione è il valore percentuale che definisce il numero di visitatori che effettuano un acquisto, “convertendosi”, appunto, in clienti paganti.

La percentuale esprime dunque il numero di persone che effettua il checkout rispetto al numero di persone che visitano il sito. Ma non necessariamente: un tasso di conversione può indicare anche il numero di persone che arriva a un certo step, e questo numero può essere a sua volta diverso da quello delle persone che completano effettivamente l’acquisto. È importante, quindi, essere specifici. Nel caso di seguito il tasso di conversione é del 2% perché 50 utenti su 2500 che hanno cliccato sull’annuncio (quindi la maggior parte hanno visto anche la landing page) hanno comprato.

50/2.500 * 100 = 2%

Screenshot 2020-01-11 at 14.41.38.png

Le metriche per l’eCommerce: l’average order value — AOV

Il nome dice già tutto: l’AOV è il valore che esprime la spesa media per cliente (ricavo diviso numero di clienti). Si tratta di un parametro soggetto a variazioni che possono dipendere da diversi fattori: la cadenza temporale degli ordini dei clienti, un decremento del numero di articoli ordinato da ciascun cliente, una generale tendenza del cliente a spendere meno, ma anche un abbassamento dei prezzi sull’ecommerce. 

Un decremento dell’AOV può essere letto in senso positivo o negativo. Non si tratta, infatti, di un valore assoluto, ma di un parametro da leggere in combinato con il CAC e il tasso di conversione.

Le metriche per l’eCommerce: Revenue Per Visitor – RpV

L’RpV é una metrica fondamentale e molto imporante, ne abbiamo giá parlato, ma in pratica si calcola in questo modo:

Revenue / # Visitatori
10.000$ / 50.000 visite = 0,2$ per visita

Cosa vuol dire? In pratica potete spendere fino a 0,2$ per una visita. Questo potrebbe essere il vostro target, e maggiore é il RpV maggiore sará quanto potrete andare a spendere o puntare (Google AdWords) per var avere maggiori visite al vostro sito.
Per incrementare l’RpV ne parliamo nell’articolo sopra citato ma basterá aumentare o L’ AOV or il CvR perché l’RpV é direttamente dipendente da queste due metriche.

ecommerce metriche

 

Le metriche per l’eCommerce: il sommario

Per ora penso di averti dato abbastanza dati per cominciare a capire alcune metriche per il tuo eCommerce, ma bisogna andare a fondo, bisogna ancora parlare di LTV (life time value), margine e retention. Entrambe queste metriche sono fondamentali per avere un eCommerce profittevole, che si un web shop Shopify, Magento o Woocommerce le metriche chiave sono sempre queste.

 

Prova Shopify 14 giorni for free!

Vuoi creare il tuo ecommerce da zero? Shopify ti offre 14 giorni di prova gratuita! Provalo subito! É gratis!

Leave a Reply